Navigazione veloce

Memorie ed emozioni da Posina…

Il racconto del Camposcuola 2015

Come ormai da tradizione anche quest’anno scolastico, per gli alunni della Scuola Sichirollo, si è concluso con la partecipazione al camposcuola organizzato dai Frati Cappuccini nella loro casa residenziale di Posina (VI). Per una settimana, nel periodo compreso tra il 22 e il 28 giugno, più di cinquanta bambini e ragazzi della Sichirollo – e alcuni  provenienti da altre scuole  – hanno vissuto insieme, condividendo la quotidianità della giornata e completando quel senso di comunità che è tra i principi fondanti della realtà scolastica.

Fra Gianluca, Fra Emanuele e Fra Mario, gli animatori (Dirigente, segretaria, insegnanti della Scuola Sichirollo) – aiutati da una folta schiera di giovani aiutoanimatori carichi di entusiasmo – hanno guidato i ragazzi lungo il percorso del gabbiano Jonathan Livingston, metafora della ricerca del significato della propria esistenza, del coraggio e della forza davanti alle difficoltà, della tenacia e della fatica, che ha accompagnato i ragazzi durante la settimana del camposcuola.

La giornata del campo era scandita da momenti di preghiera, momenti di riflessione e momenti di gioco. Ma non sono mancate ginocchia sbucciate, lacrime di nostalgia, i momenti in cui rimboccarsi le maniche e impegnarsi nel servizio, la fatica, la condivisione e la vicinanza che solo una giornata tra i boschi può regalare, il tempo per fermarsi e riflettere su se stessi e il legame con Dio.

Il campo non poteva concludersi che con la celebrazione della Santa Messa con le famiglie dei ragazzi, a cui è seguito il teatro dei burattini che Padre Mario aveva preparato con i bambini. Giusto il tempo perché la squadra di Frati e animatori potesse prepararsi per il pranzo, salutando le famiglie con un momento finale di convivialità e condivisione. Arrivederci al prossimo anno!

Gianluca Contin

 
  • Condividi questo post su Facebook